Navigate / search

Area Artistica

L’arte, in ogni sua manifestazione, è la più alta espressione umana di creatività
e di fantasia, momento unico che permette di esteriorizzare tutta la sconfinata interiorità dell’artista
Non solo le opere letterarie, ma anche le opere figurative, musicali e cinematografiche perpetuano attraverso i secoli il ricordo e l’importanza di civiltà passate e sono modelli dai quali poter attingere idee e suggerimenti da applicare nel presente.

Si raccolgono in quest’area attività varie sulle tre espressioni artistiche più significative di ogni tempo, indispensabili per conoscere ed apprezzare la cultura di un popolo: il cinema, la musica e le arti figurative.

IL CINEMA

Il cinema è sicuramente una forma d’arte completa e composita; qualsiasi altra forma di rappresentazione non può avere la stessa capacità diretta ed immediata di rendere la realtà come accade al cinema che infatti racchiude in sé numerose altre forme d’arte, come la letteratura, il teatro, la pittura, la scultura, la musica, la “filosofia” intesa come rappresentazione “filosofica” della realtà, visione, immaginazione, sogno. Per quest’anno accademico sono stati programmati 2 cicli di film:

• Il primo corso propone una serie di proiezioni dedicate al rapporto matrimonio-amore con particolare attenzione al ruolo della donna in contesti storico-culturali diversi
• Il secondo corso presenta una serie di film insigniti del premio Oscar, film che hanno fatto la storia del cinema mondiale

Si aggiunge, a conclusione della serie, una proiezione di 9 piccoli capolavori di Walt Disney che hanno ricevuto l’Oscar negli anni dal 1932 al 1941. La proiezione, rigorosamente in pellicola, è gratuita ed aperta agli associati, ai loro piccoli familiari e a tutti gli interessati.

1. Donne… matrimonio… amore

Il corso, costituito da 5 incontri, prevede una lezione introduttiva sull’evoluzione storica del rapporto matrimonio/amore, con particolare attenzione al ruolo della donna nel matrimonio in contesti storico/geografici diversi.
La proiezione, in seguito, di quattro film sarà l’occasione per approfondire questi temi attraverso personaggi cinematografici che esemplificano modi tipicamente femminili di intendere l’amore coniugale.

Per l’iscrizione è richiesto un contributo di 20 euro.

Il corso si terrà il sabato in una sala dell’Hotel Valdarno a Montevarchi secondo il seguente calendario:

Sabato 23 novembre 2019, ore 15,30, Hotel Valdarno

Lezione introduttiva sull’evoluzione storica del rapporto matrimonio/amore, con particolare attenzione al ruolo della donna nel matrimonio in contesti storico/ geografici diversi

Sabato 30 novembre 2019, ore 15,30, Hotel Valdarno

Proiezione del film Lanterne rosse di Zhàng Yimòu con Gong Li (1991) dur. 125 minuti

Sabato 7 dicembre 2019, ore 15,30, Hotel Valdarno

Proiezione del film Una giornata particolare di Ettore Scola con Sofia Loren (1997) dur. 110 minuti

Sabato 14 dicembre 2019, ore 15,30, Hotel Valdarno

Proiezione del film La donna scimmia di Marco Ferreri con Annie Girardot (1964) dur. 92 minuti

Sabato 21 dicembre 2019, ore 15,30, Hotel Valdarno

Proiezione del film Le onde del destino di Lars von Trier con Emily Watson (1996) dur. 159 minuti

Relatrice: Prof.ssa Antonietta Scala, iscritta all’Albo degli Psicologi toscani, docente di Scuola Media Superiore in pensione

2. Film da Oscar (“and the oscar goes to…”)

Il ciclo, organizzato in collaborazione con il Cine Club Fedic Sangiovannese, presenta 6 film da Oscar.
A questi seguirà un evento speciale, aperto agli iscritti all’Università, ai loro piccoli familiari e a tutti gli interessati.

Le proiezioni si svolgeranno di sabato in una sala dell’Hotel Valdarno a Montevarchi. Per la partecipazione al corso è richiesto un contributo di 20 euro.
Di seguito il calendario degli appuntamenti:

Sabato 11 Gennaio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno

Proiezione ed analisi del film “L’Appartamento” di Billy Wylder (1960), 125Min.

Sabato 18 Gennaio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno

Proiezione ed analisi del film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatore (1991), 96 Min.

Sabato 25 Gennaio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno
Proiezione ed analisi del film “Million dollar Baby” di Clint Eastwood (2004), 127 Min.

Sabato 01 Febbraio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno

Proiezione ed analisi del film “Le vite degli altri” di Florian Henckel von Donnersmarck (2006), 137 Min.

Sabato 08 Febbraio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno

Proiezione ed analisi del film “Una Separazione” di Asghar Farhadi (2011), 123 Min.
(Introduzione e approfondimento a cura del Prof. LUIGI NEPI , Dott. di Ricerca in storia dello spettacolo, docente Critica Cinematografica presso l’Università degli studi di Firenze)

Sabato 15 febbraio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno

Proiezione ed analisi del film “Amour” di Michael Haneke, (2012), 127 Min.

EVENTO SPECIALE

Sabato 22 febbraio 2020, ore 15.30, Hotel Valdarno

“I Capolavori di Walt Disney” piccoli capolavori – 9 Oscar dal 1932 al 1941 Proiezione esclusivamente in pellicola
Dedicata a tutti gli iscritti insieme ai loro “piccoli” familiari.
Nel film Capolavori di Walt Disney è contenuto anche il primo film a colori della storia del cinema dal titolo: “Fiori e alberi” (piccolo film del 1932)

L’intero ciclo è curato da Alessandro Elmetti e Fabio Franchi, in collaborazione con Cine Club Fedic di San Giovanni.
Saranno presenti e si alterneranno nella presentazione e nel commento dei film: Alessandro Elmetti, esperto del settore cinematografico, promotore culturale di rassegne in vari Circoli ed Istituti scolastici, Direttore della rassegna “La nostra memoria inquieta” all’interno del “Festival Orienteoccidente”

Fabio Franchi, esperto di cinema, attivo da anni nel Cine Club Fedic sangiovannese per la promozione del cinema e della cultura cinematografica e dal 2009 vicepresidente del festival cinematografico Valdarno Cinema Fedic (oggi Valdarno Cinema Film Festival)

Diletta Cecchi, laurea in Storia e Critica del Cinema alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze, ha numerose esperienze nel mondo della televisione sia locale che nazionale
Carlo Menicatti, laurea in DAMS e in Scienza dello spettacolo, indirizzo Storia e Critica dello spettacolo, presso l’Università di Firenze, fa parte del comitato di Valdarno Cinema ed ha numerose esperienze nel mondo dello spettacolo

Serena Ricci, laurea in Letteratura italiana moderna e contemporanea, membro del comitato organizzatore del Valdarno Cinema Film Festival, responsabile dei contatti con le scuole e collaboratrice ufficio stampa

 

MUSICA

La buona musica può trasformare un giorno ordinario in qualcosa di magico, può fornire conforto, rilassamento, sensazioni forti e molto altro ancora.

Ma gli effetti della musica si spingono anche oltre: partono dal nostro codice genetico, attraversano i nostri pensieri, le nostre emozioni e i nostri corpi, fino ad arrivare al modo in cui ci rapportiamo con gli altri: ascoltare musica, cantare o suonare insieme può infatti aiutare le persone ad avvicinarsi.

La musica è veramente, come la definì Platone, “la medicina dell’anima”.

Il linguaggio universale della musica

Il corso proposto si prefigge lo scopo di illustrare il potenziale formativo del linguaggio musicale attraverso una serie di tre incontri nei quali verrà evidenziato, mediante l’ascolto di brani e la proiezione di video, come il linguaggio musicale influenzi tutto il nostro mondo emotivo. Verranno prese in esame le origini e la nascita del Jazz, la più importante forma musicale del ‘900 , e si illustrerà, infine, come l’avvento del Web abbia trasformato in modo indelebile anche la musica.

Per l’iscrizione al corso è previsto un contributo di 5 euro.

Il corso, costituito da 3 incontri, si svolgerà alle ore 17.00 presso Ginestra, sala Filanda, secondo il seguente calendario:

Venerdì 10 gennaio 2020, ore 17.00, Ginestra, sala Filanda

La musica dei sogni – attraverso una serie di ascolti verrà messo in luce il potere che ha il linguaggio musicale nel generare immagini nella nostra mente, la musica infatti va considerata come colonna sonora della propria vita, connessione diretta con il nostro mondo emotivo e spirituale. In questo incontro saranno discusse forme musicali come il “poema sinfonico” e il “preludio” , in quanto rappresentano l’origine di tutto quel patrimonio musicale che con l’avvento del cinema si è poi trasformato in colonna sonora

Venerdì 17 gennaio 2020, ore 17.00, Ginestra, sala Filanda

Capire il jazz/la musica dell’inclusione – in questo incontro saranno esplorate le origini e la nascita della più importante forma musicale del ‘900. Attraverso un percorso di ascolti e di video verranno messi in luce quegli aspetti che ancora oggi fanno di questa musica un linguaggio universale che da sempre unisce popoli di tutte le nazioni e di tutte le culture. I partecipanti saranno inoltre avvicinati alla comprensione del linguaggio dell’improvvisazione attraverso esempi e confronti con il linguaggio parlato per scoprire infine quanto Jazz ci portiamo dentro nella vita di ogni giorno

Venerdì 24 gennaio 2020, ore 17.00, Ginestra, sala Filanda

La musica e l’avvento del web/la musica da vedere – L’avvento della rete e del digitale ha ormai trasformato in modo indelebile tutti i linguaggi artistici incluso la musica. Alcuni musicologi affermano che la musica in quanto tale sta lentamente morendo e che ogni giorno perde una parte essenziale del suo connotato artistico. Sempre più spesso la musica viene legata alla diffusione di un’immagine e sempre più spesso se ne perde il potenziale più profondo traslandone la fruizione dall’udito alla vista. Attraverso una serie di video e di ascolti saranno messe in luce in modo ben distinto le caratteristiche che differenziano la musica commerciale dalla musica d’autore per arrivare a scoprire insieme l’importanza di preservare il potenziale emotivo e comunicativo di questa importante forma d’arte

Relatore: Prof. Daniele Malvisi, musicista, compositore e didatta è da anni direttore artistico del festival Valdarno Jazz. Titolare di due lauree, in Sassofono e Musica Jazz , divide la sua attività tra quella concertistica e quella didattica. Da sempre interessato a 360° al linguaggio musicale ha all’attivo oltre 40 pubblicazioni discografiche e alcune pubblicazioni di carattere didattico. Ha tenuto concerti in molti tra i più prestigiosi festival italiani ed europei affiancando grandi musicisti di tutto il mondo ed ha svolto attività didattica per il Conservatorio S.Cecilia di Roma, l’Università di Bari nei corsi di Antropologia e per l’università di Siena Jazz tenendo dei corsi sull’improvvisazione per l’Istituto Italiano di Cultura nella città di Smirne in Turchia

ARTE

Il patrimonio artistico italiano è immenso: in ogni città e in ogni paese esistono testimonianze storiche e artistiche di grande valore che spesso, facendo parte del quotidiano, vengono trascurate o poco apprezzate. La finalità di ogni attività in questo ambito è proprio quella di far conoscere e apprezzare simili ricchezze. Si raccolgono in quest’area 2 corsi, uno di 3 incontri e uno di 9 incontri,

su movimenti e artisti diversi per genere e per collocazione storica, 13 visite guidate a musei e luoghi di particolare interesse storico-artistico, 3 conferenze, alcune attività di laboratorio.

1. Incontri con l’Arte classica

Il corso è costituito da 3 incontri nei quali si metterà in luce, attraverso alcuni significativi esempi, il rapporto che l’arte rinascimentale ebbe con la classicità; gli incontri si terranno il lunedì alle ore 16.00 presso Ginestra, sala Filanda.

Per l’iscrizione al corso è richiesto un contributo di 10 euro. Gli incontri si svolgeranno secondo il seguente calendario:

Lunedì 13 gennaio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

La colonna Traiana

Relatore: Prof. Fabrizio Paolucci, Laurea e specializzazione in Archeologia romana, Dottorato e post-dottorato in Archeologia tardoantica presso l’Università di Bologna. Ha collaborato in qualità di curatore alla realizzazione di numerose mostre; è stato Responsabile delle collezioni di antichità classiche della Galleria degli Uffizi

Lunedì 20 gennaio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

I Medici e l’antico

Relatore: Prof. Fabrizio Paolucci
Lunedì 27 gennaio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Raffaello e l’antico

Relatore: Prof. Alessandro Muscillo, Laurea Triennale in Storia e Tutela dei Beni Archeologici e Laurea Specialistica in Archeologia Classica, Dottorato di Ricerca in Storia Antica e Archeologia presso l’Università Ca’Foscari di Venezia. Collaboratore esterno del dipartimento di antichità classiche delle Gallerie degli Uffizi dal 2011, ha contribuito alla redazione di apparati didattici ed alla realizzazione di mostre

2. Miscellanea di arte

Il corso, costituito da un ciclo di 9 incontri, di cui tre aperti a tutti, presenta artisti, opere e movimenti appartenenti a varie epoche, dal Rinascimento al Primo

Novecento.
Per l’iscrizione al ciclo di incontri è richiesto un contributo di 20 euro.
Gli incontri si svolgeranno presso Ginestra, sala Filanda, secondo il seguente

calendario:

Lunedì 16 dicembre 2019, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Roberto Longhi e la collezione Longhi di Firenze

Relatori: Prof.ssa Mina Gregori, già Docente nell’Istituto di Storia dell’Arte e nel Dipartimento di Storia dell’Arte e dello Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze; Presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte “Roberto Longhi”; studiosa di fama internazionale come conoscitrice ed esperta del Caravaggio; autrice di molte pubblicazioni, Direttrice della rivista di Arte e letteratura “Paragone”

Dott. Roberto Ciabattini, Storico dell’arte, autore di varie pubblicazioni Venerdì 20 dicembre 2019, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda (aperto a tutti)

Verso la Cattedrale Verde. Ecco i nuovi Eco-quartieri d’Europa

Relatore: Prof. Richard Ingersoll, ha conseguito il Dottorato in Storia della Architettura a Berkeley, insegna alla Syracuse University a Firenze e al Politecnico di Milano; autore di numerosi articoli per Domus, Arquitectura Viva (Madrid) e C3 (Seoul). Fra le ultime pubblicazioni: “World Architecture. A Cross-Cultural History “ e “Sprawltown” ; nel 2015 ha partecipato al MAXXI per la mostra “Food, from the Spoon to the World”. Vive da lungo tempo a Montevarchi

Giovedì 9 gennaio 2020, ore 17.00, Ginestra, sala Filanda (aperto a tutti)

“Villa Demidoff”, la Villa Medicea di Pratolino

Relatore: Dott. Angiolo Caselli, Geometra responsabile dei servizi tecnologici e tecnico-urbanistici in vari Comuni, Ispettore onorario per i beni artistici e storici di gran parte della provincia di Siena

Lunedì 3 febbraio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Pittori senesi del ‘500 e del ‘600

Relatore: Prof. Marco Ciampolini, laurea in Storia dell’Arte, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, curatore di varie mostre e autore di numerose pubblicazioni, fra cui l’opera in tre volumi “Pittori Senesi del Seicento” per la quale viene riconosciuto come il più importante studioso della pittura senese del Seicento

Lunedì 10 febbraio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Capolavori fiorentini cinquecenteschi (in particolare la chiesa di Ognissanti)

Relatrice: Prof.ssa Nadia Bastogi, laurea in Storia dell’Arte con Mina Gregori nel 1992 presso l’Università degli Studi di Firenze, ha conseguito il Dottorato di Ricerca nel 1999 presso l’Università degli Studi di Pisa.Docente di Storia dell’Arte presso il Liceo Artistico “Umberto Brunelleschi” di Montemurlo. Da anni si occupa di pittura toscana tra Cinque e Seicento e vanta diverse pubblicazioni specialistiche

Lunedì 17 febbraio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Botticelli

Relatore: Prof. Alessandro Cecchi, Laurea in Lettere e Storia dell’Arte; è stato Direttore del Dipartimento della Pittura dal Medioevo al primo Rinascimento presso la Galleria degli Uffizi, dal 2006 ha assunto la Direzione del Museo Giardino di Boboli. Autore di numerose pubblicazioni, ha collaborato ai cataloghi di importanti mostre in Italia e all’estero. Attualmente è Direttore del Museo, Casa di Buonarroti e collabora come docente con la Fondazione Longhi e con la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Ateneo fiorentino

Lunedì 24 febbraio 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Pittura barocca

Relatore: Prof. Alessandro Grassi, Laurea in Storia dell’Arte, Dottorato di ricerca presso Università degli Studi di Firenze; Docente presso il Liceo “Machiavelli” di Lucca, autore di numerose pubblicazioni, collaboratore nell’allestimento di prestigiose mostre

Lunedì 2 marzo 2020, ore 16.00, Ginestra, sala Filanda

Fasto privato, affreschi settecenteschi nei palazzi fiorentini

Relatrice: Prof.ssa Mara Visonà, Laurea in Storia dell’Arte, allieva della Prof.ssa Mina Gregori, Docente di Storia dell’Arte presso il Dipartimento di Storia delle Arti e dello Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze, curatrice di varie mostre ed autrice di numerose pubblicazioni

Sabato 7 marzo 2020, ore 16.00, Hotel Valdarno (aperto a tutti)

Le avanguardie artistiche del Novecento: Il Dadaismo

Relatrice: Prof.ssa Maria Giovanna Cutini, Laurea in Storia dell’Arte, Docente di Scuola media Superiore, Storica dell’Arte ed esperta in Storia dell’arte moderna e contemporanea; Curatrice di cataloghi d’arte

3. Conferenze, visite guidate, spettacoli teatrali

Le informazioni dettagliate su date, mete e programmi sono consultabili in “Attività collaterali”